VOLETE CONTATTARCI?

E’ a Vostra disposizione, per ogni necessità, il numero verde:  800 198 925.

Il servizio telefonico è gratuito, sia da rete fissa che da mobile.

L’orario del servizio telefonico è:

Lunedì – Venerdì :  08:30 – 20:30       (festivi esclusi)

Sabato : 9.00 – 13.00 e  14.00 – 18.00 (festivi esclusi)

Per poter soddisfare al meglio le Vostre richieste, Vi invitiamo a contattare il nostro Call Center dopo avere raccolto la seguente documentazione:

  1. Garanzia del prodotto
  2. Modello e codice del prodotto per il quale avete necessità di informazioni
  3. Manuale d’uso del prodotto.

La presunta “tassa sui condizionatori”: facciamo chiarezza

Cogliamo l’occasione delle notizie poco chiare e allarmistiche circolate in questi giorni per puntualizzare la reale situazione che chiunque abbia un climatizzatore installato in casa, ufficio o negozio si troverà ad affrontare.

In particolare, vi invitiamo a leggere gli esempi in fondo all’articolo e a diffidare dalle cifre diffuse prive di ogni fondamento.

normativa1In attuazione di quanto previsto dal DPR74/2013, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 marzo 2014 il DM 10 febbraio 2014 che definisce i nuovi modelli per il libretto di impianto per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per il rapporto di efficienza energetica. Nell’Art. 1 del Decreto è chiaramente indicato che: “Entro e non oltre il 15 ottobre 2014, gli impianti termici sono muniti di un “libretto di impianto per la climatizzazione”.

Cosa significa tutto ciò?

E’ molto semplice, vuol dire che per qualsiasi impianto di climatizzazione estiva o invernale deve essere compilato il libretto di impianto. Quindi anche un piccolo monosplit da 9.000 btu/h è soggetto a questa regolamentazione. Nel Decreto, infatti, in nessun modo viene indicato un limite di potenza da considerare per la compilazione del libretto. Il libretto deve essere compilato in caso di nuova installazione dell’impianto o in sede di prima manutenzione.

All’interno del DPR 74/2013 vi sono, inoltre, le indicazione riguardo a un’altra verifica necessaria per gli impianti. L’Art.2 recita: Entro e non oltre il 15 ottobre 2014, in occasione degli interventi di controllo ed eventuale manutenzione, su impianti termici di climatizzazione invernale di potenza utile nominale maggiore di 10 kW e di climatizzazione estiva di potenza utile nominale maggiore di 12 kW, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, il rapporto di controllo di efficienza energetica si conforma ai modelli riportati agli allegati II, III, IV e V del presente decreto”. In questo caso le indicazioni sono più comprensibili: in base alla potenza dell’impianto sarà necessario (o meno) verificare efficienza energetica e funzionalità dei sistemi di regolazione del sistema; la tempistica minima è una volta ogni 4 anni. Le verifiche da effettuare sono chiaramente indicate nei documenti e riguardano: temperature di evaporazione e condensazione, temperature di surriscaldamento e sottoraffreddamento, temperatura dell’aria in diversi punti, ecc…

L’esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione degli impianti termici nonché il rispetto di tutte le leggi in materia gravano sul “responsabile dell’impianto”, cioè sul proprietario, chi occupa l’unità immobiliare dove questo si trova, oppure è l’amministratore nel caso di impianti condominiali.

Concludendo, è necessario prestare attenzione alle tre richieste legate a un impianto di climatizzazione: libretto di impianto da compilare in qualsiasi caso, verifica di efficienza in base alla potenza dell’impianto e controlli su eventuali perdite in base alla quantità di gas contenuto nel circuito. In alcuni casi le leggi regionale potrebbero porre regole più restrittive.

ESEMPIO 1: Installazione di un mono split pompa di calore da 12.000 btu/h (3,6 kW). Contenuto di gas R410A pari a 0,85 kg.

  • E’ necessario il libretto di impianto? , poiché si tratta di un sistema di climatizzazione.
  • E’ necessaria la verifica periodica di efficienza energetica? No, perché la potenza è al di sotto dei valori limite.
  • E’ necessaria la verifica periodica di tenuta dell’impianto? No, perché il contenuto di gas è al di sotto dei 3 kg.

ESEMPIO 2: Installazione di un multi split pompa di calore, potenza  10,3 kW in raffrescamento e 11, 2 kW in riscaldamento. Contenuto di gas R410A pari a 3,38 kg.

  • E’ necessario il libretto di impianto? , poiché si tratta di un sistema di climatizzazione.
  • E’ necessaria la verifica periodica di efficienza energetica? No, perché la potenza in raffrescamento è minore di 12 kW.
  • E’ necessaria la verifica periodica di tenuta dell’impianto? , perché il contenuto di gas è maggiore di 3 kg.

Catalogo Caldo, Aria, Benessere 2014/2015

Argo riconferma la gamma di termoventilatori ceramici e multifunzione, “hi-tech”, con una new entry, Chillout, ceramico a torre dalla finitura elegante silver/trasparente: new entry anche nella gamma di termoventilatori tradizionali, Jangle e Jangle colour. Accanto ai termoconvettori molto eleganti con pannello in vetro, bianco e nero, arriva un nuovo convettore con controllo digitale.  Altra new entry, una stufa in fibra di carbonio, Ambient, dal design innovativo e dalla finitura metallizzata. Su tutta la nuova gamma sono state implementate le funzioni ECO e COMFORT, per rispondere alla duplice esigenza di ridurre i consumi di energia e di garantire il massimo comfort. Si amplia la gamma di diffusori di oli essenziali, con Jasmine, Bloom ice e Bloom black. Nella sezione del Benessere, oltre a scaldaletto e coperte elettriche, si conferma il cuscino elettrico riscaldante leggero ed ergonomico, dedicato alla zona cervicale, Neccky pad.

EXTREME approda a EATALY SMERALDO

Extreme 9 a Eataly Smeraldo

Extreme 9 a Eataly Smeraldo

 

EXTREME, climatizzatore portatile di casa Argo, trova una  “vetrina” molto speciale nella nuova esclusiva sede di Eataly  a Milano, lo storico Teatro Smeraldo, del quale è stato integralmente conservato il palco.

eataly-smeraldoExtreme è molto più di un climatizzatore …un vero e proprio complemento d’arredo, dal design minimal ed elegante,  perfetto per ogni ambiente.

Non c’è location più azzeccata per il trionfo del design italiano… dove  cibi italiani di alta qualità, cultura e didattica in materia di agroalimentare e non solo, nonché ristorazione di elevatissimo livello la fanno da padrone.

Votata per mission al “made in Italy”, Eataly ha scelto un partner italiano come Argoclima sia per climatizzare la sua vastissima area di vendita e degustazione su tre piani, sia per enfatizzare il “design made in Italy”.

Una cornice speciale per accogliere i Clienti Eldom

Nella cornice suggestiva di Eataly a Roma abbiamo accolto lo scorso 25 novembre i Clienti protagonisti del canale Eldom, provenienti da ogni parte d’Italia …. e questo, ci auspichiamo, sarà  il primo di una lunga serie di appuntamenti.

Rolando Galmarini a Eataly Roma – 25 novembre 2013

Proprio il 2014 è l’anno in cui l’azienda, nata nel 1929, festeggia i suoi 85 anni di attività: così,  l’amministratore delegato, Paolo Nocivelli, annuncia l’importante ricorrenza, con grande orgoglio e dimostrando un atteggiamento molto propositivo, nonostante le dure prove cui sono sottoposte ormai da diversi anni le aziende italiane.  L’importante è saper cavalcare l’onda del cambiamento… e Argoclima è da sempre in prima linea.

Oggi Argoclima è presente più che mai, sostiene Rolando Galmarini – Direttore Marketing e Ricerca & Sviluppo – e concentra tutte le sue energie sul design rigorosamente “Made in Italy”, sulla ricerca di finiture di pregio, oltre che sulla tecnologia. Questa è infatti l’occasione per presentare un’intera gamma di climatizzatori portatili “Designed in Italy”, solo alcuni dei prodotti progettati dall’ufficio “Design” interno ad  Argo.

Argo vuole acquisire nel canale retail un ruolo importante anche nel segmento dei climatizzatori fissi; per questo ha stretto un accordo con il numero 1 al mondo dei produttori di split, Gree, accordo che consentirà appunto di acquisire una posizione di rilievo con una nuova gamma di mono e dual inverter, dall’elevato standard di qualità e affidabilità. Il progetto si chiama GREE by ARGO ed assume particolare importanza per tutti i servizi “Made in Italy”- pre-vendita, post-vendita, comunicazione e logistica – che  Argoclima si appresta a aggiungere alla qualità intrinseca dei prodotti.